La pelle è l'unico organo direttamente visibile,

ci protegge

e ci mette in comunicazione con il mondo esterno.

 

E' noto ormai a tutti che la pelle è l'organo di senso più esteso, ma considerarla esclusivamente sotto questo aspetto è riduttivo.

Essa, infatti, oltre ad avvolgere in modo unitario il nostro corpo, protegge il nostro interno,ovvero la vita che non si lascia percepire in modo diretto.

E' la prima soglia del nostro essere e sede preferenziale di mutamenti somatici correlati ad emozioni, sensazioni e sentimenti con cui ci si relaziona all'altro.

Ecco che la pelle ci rivela la sua funzione mediatrice tra gli stimoli provenienti dal mondo esterno e le attività che si svolgono al nostro interno, cercando continuamente di stabilire un equilibrio tra questet due parti e le diverse sollecitazioni a cui è  giornalmente sottoposta.

Se però queste sollecitazioni sono eccessive, la pelle ci avvisa manifestando reazioni e squilibri a livello cutaneo..

Oggigiorno sono sempre di più le persone che lamentano di non sentirsi a proprio agio con la propria pelle, che spesso appare rossa, infiammata e oltremodo sensibile.

Ciò che caratterizza una pelle secca è una fragilità dello strato idrolipidico che forma la sua naturale difesa. Quando questo viene meno, la pelle perde la misura per le sue reazioni e reagisce subito con rossore, prurito, bruciore  o  secchezza, si squama, diventa ruvida o si screpola.

In una situazione del genere in cui la pelle è estremamente reattiva e ricettiva appare chiaro che ciò di cui necessita maggiormente sia equilibrio e protezione.

I prodotti cosmetici devono essere in grado di prestare attenzione anche a queste specifiche esigenze, devono sostenerla al meglio ed aiutarla a ritrovare la sua dimensione, ovvero quella perduta armonia tra dentro e fuori.

Attraverso i trattamenti più indicati si può educare la pelle a distinguere tra le sue funzioni fondamentali: il proteggere e l'accettare.

La pelle non deve essere resa insensibile, ma piuttosto elastica e capace di autoregolarsi.

(da Notiziario Weleda n.99)

Rudolf Steiner diceva che

il colore della pelle ci manifesta

"la salute viva, in armonia con l'anima"

 

 

 

Quando acquistiamo un cosmetico da applicare sulla nostra pelle impariamo a leggere sull'etichetta il contenuto dei suoi principi attivi e degli eccipienti.

Proprio per preservare la sua funzione di mediatore tra il dentro e il fuori integra e poterci a sentire a nostro agio nella nostra pelle la scelta dei cosmetici è importante.

Preferiamo prodotti con principi attivi semplici e naturali, che la pelle può assorbire e utilizzare totalmente, senza lasciare residui o trasportare all'interno sostanze chimiche tossiche.